Un po’ di storia

LA BIRRA AMATA ANCHE NELL’ANTICHITA’: NE ABBIAMO LE PROVE

Il “pane liquido“, com’era chiamata la birra in antichità, era ed è una delle bevande più bevute al mondo. Quella artigianale poi, oggi, è passata dall’essere una semplice birra ad un vero e proprio fenomeno di costume.

Ma quando è iniziata la diffusione della birra? Così come la conosciamo noi, ottenuta con la fermentazione di cereali, ha origini antichissime. E lo dimostrano anche i ritrovamenti archeologici, che ci permettono di ricostruire le abitudini legate al suo consumo.

luppolo

I riferimenti più antichi alla nostra bevanda preferita risalgono ai Sumeri. In Iran sembra che la birra fosse già diffusa intorno al 5000 a.C. Secondo alcuni studiosi la fermentazione della birra sarebbe addirittura più antica della lavorazione del pane. Infatti, dopo l’orzo, presso alcune popolazioni, la birra era l’alimento più importante della dieta quotidiana.

In Mesopotamia è stata rinvenuta un’illustrazione, in un documento del 4000 a.C. In questo documento due uomini stanno bevendo qualcosa, presumibilmente birra, da una giara.

Un Siria sarebbe nato il primo pub. Una tavola d’argilla con incisa l’immagine di una donna prosperosa e in mano due coppe di birra, sembra essere una sorta di pubblicità di una taverna che serviva birra, di diverse qualità.

Anche il codice di Hammurabi è una prova importante, per certificare il consumo di birra. Infatti esistevano condanne severissime e pene pecuniarie per chi annacquava la birra o la faceva pagare troppo. La birra era un diritto di ogni cittadino. Lo stesso accadeva anche presso gli egizi. Infatti sembrerebbe che gli operai delle piramidi di Cheope furono pagati in pane e birra per il loro lavoro.